30 giugno 2015

Recensione a “L’ombra del mondo: la profezia dimenticata” di Vittoria Sacco

vittoria sacco - le tazzine di yoko
Buon pomeriggio cuplovers,
oggi vi parlo del romanzo fantasy “L’ombra del mondo: la profezia dimenticata” di Vittoria Sacco.

Quattro terre, una per elemento, saggi, poteri della mente e una profezia segneranno il destino di Dunvel e di Erwan. Un libro che, purtroppo, presenta diversi errori.
nel piattino abbiamo: fantasy classico 01 - compulsivamente lettrice - 3 torta fantasy sul blog letterario de le tazzine di yoko
L'ombra del mondo-le tazzine di yoko

L’Ombra del Mondo:
La profezia dimenticata

Vittoria Sacco
Edito da De Ferrari (18 novembre 2013)
Pagine 252
€ 16,00 cartaceo – € 3,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Il mondo parallelo è riemerso portando con sé un talismano legato ad una profezia e venti di guerra. Le Quattro Terre dovranno scindersi tra l’Alleanza del mondo parallelo, capeggiata dai quattro saggi e incentrata sul culto delle arti antiche e la sua antitesi, l’Impalpabile, sorretta dai maghi e dalle arti alchemiche. I due enti tenteranno una corsa sfrenata per avere dalla loro parte la detentrice del talismano che appartiene alla rara stirpe dei bambini prodigio, esseri con poteri sovrannaturali ed eredi degli antichi avi, fondatori delle Quattro Terre. I due eserciti si scontreranno innumerevoli volte incrociando la vita di diversi personaggi, tra agguati, storie d’amore e ricerche sulla prorpia identità. In uno scenario apocalittico e remoto che può sembrare tuttavia attualissimo, dove distinguere il bene dal male non sarà sempre così semplice, riuscirà la prescelta a lasciarsi guidare da sentimenti nobili e dal suo istinto per riportare le Terre in equilibrio?

RECENSIONE DI STREGA DEL CREPUSCOLO:
Non ci siamo… una tazzina.
tazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaDOWNtazzinaDOWNtazzinaDOWNtazzinaDOWN

Quando ho iniziato questo romanzo mi aspettavo un bel fantasy, ma fin dall’inizio sono emersi diversi problemi, la trama è molto classica e a tratti prevedibile, i dialoghi sono pessimi, alcune frasi le ho rilette più volte per essere sicura di aver letto bene perché non volevo crederci… ma… veniamo a noi.

Guerriera con due spade- le tazzine di yokoLe vicende sono ambientate nelle Quattro Terre legate ai quattro elementi, a guidare le Terre per lungo tempo sono stati i Saggi, consiglieri dei sovrani e detentori di grandi poteri. Le Terre sono ora minacciate dall’Impalpabile un’organizzazione malvagia comandata da Gareth, dalla parte opposta abbiamo i nuovi Saggi che desiderano restaurare l’ordine, una divisione molto netta tra bene e male.

Il romanzo si apre con un colpo di stato, l’Impalpabile attua un vero e proprio massacro. Nel quartiere di Anatis, nella Terra del Fuoco tre fratelli assistono alla morte dei loro genitori ma non sono i soli ad essere in pericolo, la dodicenne Dunvel viene salvata dalla madre che, nonostante spesso abbia desiderato di uccidere la figlia, senza apparente motivo, decide di sacrificarsi per lei. La ragazza non ha la benché minima reazione, non prova niente, non mi sono emozionata, non mi sono dispiaciuta per lei perché a Dunvel non importa che sua madre sia morta.
Share:

3 commenti

  1. Non è il mio genere, e la tua recensione me ne da la conferma ahah

    RispondiElimina
  2. peccato per tutti quegli errori :( _yoko

    RispondiElimina
  3. La trama, da sola, non è male ma... tutti quegli errori!!

    RispondiElimina

© Le tazzine di Yoko | All rights reserved.
BOOKS AND A CUP OF TEA ...WHAT ELSE?